P.le Marco Polo 1 (all'interno del Tennis Club) - 46029 Suzzara (MN) info@caisuzzara.it
5.jpg
Precedente Avanti

Biassa, Campiglia, Portovenere

Data escursione: 31/03/2019

Un percorso spettacolare e sorprendente nel susseguirsidi paesaggi sempre diversi: terrazze coltivate a vigna o ulivo, pinete o fitti castagneti, e lunghi splendidi tratti affacciati a picco sul mare. Grazie alla sua quota ciregala i panorami più appaganti su questo tratto di costa.

Descrizione dell’escursione

Superata La Spezia, ci si dirige verso Riomaggiore, la prima delle Cinque Terre. Subito dopo la galleria, sulla sinistra, troviamo il Centro Visitatori del Parco (299 m), dove inizia la nostra escursione. Si imbocca subito il sentiero n.4/b che in breve porta al piccolo borgo di Fossola. Arrivati ai terrazzamenti coltivati a vite si inizia a scendere la lunga scala che porta al mare; alla chiesetta si volta a sinistra, il sentiero torna pianeggiante e dopo aver superato una vecchia frana si raggiunge il promontorio di Monesteroli. Questo è uno dei punti panoramici più belli dell’intera escursione, il panorama che si gode parte dal promontorio di Portofino e scende fin giù verso Portovenere, Isola Palmaria, Tino e Tinetto. Ora inizia una breve salita, che ci permette di  riguadagnare la strada che sale da Schiara, ne percorriamo solo un breve tratto, fino a ritrovare il nostro sentiero che inizia proprio sul tornante. Da qui in breve si raggiunge Campiglia (395 m): lo scenario panoramico si apre in ogni direzione, abbracciando anche il golfo di La Spezia, incorniciato dallo sfondo maestoso delle Apuane. Dalla piazza antistante la chiesa si riprende il sentiero che ci porterà in circa 2 ore a Portovenere. In più punti si incrocia la strada carrozzabile e se ne percorre qualche piccolo tratto per poi tornare sempre sul sentiero (i segnali bianco-rossi sono quasi sempre abbastanza visibili); ora ci aspetta la parte più emozionante e selvaggia dell'itinerario, a tratti siamo a picco sul mare e sovrastati dalle vertiginose falesie del Muzzerone, mentre le forme sinuose delle isole Palmaria, Tino e Tinetto si fanno sempre più vicine. Il sentiero in avvicinamento a Portovenere si fa decisamente più ripido e si conclude poi con una lunga gradinata che aggira l'imponente castello e sbuca proprio nel centro del paese. Avremo poi il tempo di passeggiare nelle stradine interne medioevali, o lungo la strada a mare, fiancheggiata da antiche case coloratissime e alte fino a 7 piani, e raggiungiamo la scenografica chiesetta di San Pietro, che, abbarbicata sulle rocce contorte del promontorio dell'Arpaia, sembra protendersi verso il grande mare aperto. All’ora prestabilita il
pullman verrà a riprenderci proprio nel centro del paese per il rientro a Suzzara.

Contatti

Sede

Indirizzo:
P.le Marco Polo 1 (all'interno del Tennis Club)
46029 Suzzara (MN)
Apertura: ogni venerdì e i martedì precedenti alle uscite 21-22:30